Alessandra Ceppitelli

Mi sono iscritta alla Scuola Internazionale di Pedagogia Clinica nell’autunno del 2012, in un momento di forte crisi professionale. Arrivavo da anni di lavoro appassionato come educatrice professionale in una R.S.A e successivamente in una R.S.D, durante i quali avevo parallelamente portato a termine la formazione universitaria conseguendo la laurea specialistica in Progettazione Pedagogica e Interventi Socio-educativi. Una volta terminato il percorso universitario, vista la mia esperienza professionale, speravo di poter ricoprire il ruolo di coordinatrice pedagogica in strutture private come quelle in cui avevo lavorato fino a quel momento, ma mi sono resa presto conto di quanto l’idea che avevo io di questo lavoro si scontrasse con logiche più affini all’economia che alla pedagogia. Ho deciso quindi che non avrei potuto lavorare a lungo in un luogo che spesso trattava le persone come numeri e non mi consentiva di esprimere la mia professionalità, avevo bisogno di dar forma alla passione che sentivo dentro me per la Pedagogia e di strumenti per renderla concreta. Ho iniziato a fare molte ricerche su internet e finalmente ecco il sito dell’ANPEC, leggendo la descrizione del corso e il profilo del Pedagogista Clinico ho capito subito che quella era la strada giusta.

Esperienza formativa
Il primo week end del corso, che si teneva in un confortevole hotel di Milano, è stato condotto dal Prof. Guido Pesci e dalla Prof.ssa Marta Mani. Ascoltando tutte le informazioni che ci hanno fornito, osservando la loro grande professionalità ed autorevolezza, sentendoli raccontare della professione di Pedagogista Clinico® non ho più avuto dubbi: stavo investendo tempo, denaro e impegno in un percorso che davvero mi avrebbe permesso di realizzare il mio progetto professionale. A distanza di anni non posso che confermare la correttezza di questa intuizione. Sono stati due anni incredibili, ho imparato tantissime nozioni che all’università non avevo lontanamente trattato, il corso alternava sapientemente momenti di formazione teorica ad esperienze pratiche che non solo mi hanno arricchita professionalmente, ma anche personalmente. Nel vivere le esperienze proposte ho imparato tanto di me e dell’Altro da me, ci sono stati momenti di profondo contatto con me stessa e di arricchente incontro con i miei compagni di corso, con cui nel tempo si è creato un rapporto di bellissima collaborazione, accettazione e amicizia. Ho imparato moltissimo da tutti i docenti che con molta professionalità e generosità hanno trasmesso le loro conoscenze a tutti noi, permettendoci di fare tesoro della loro esperienza e delle loro preziose esposizioni. I due soggiorni a Montevarchi mi hanno permesso di focalizzare ancora più chiaramente ciò che la professione del Pedagogista Clinico® può portare nel mondo, sono stati giorni altamente formativi che ricorderò sempre con immensa gratitudine. E’ un’esperienza veramente formativa sotto più punti di vista, la consiglio a tutti coloro che sentano il bisogno di strumenti concreti che consentano di esercitare una professione che può davvero fare la differenza nella vita delle persone, realizzando al meglio il proprio progetto professionale.

Esperienza professionale
Ho aperto il mio studio nel 2017, dopo una pausa di due anni in cui mi sono dedicata alla mia prima figlia nata nel 2014, affittando una stanza in uno studio multidisciplinare. Dopo i primi mesi di “rodaggio” gradualmente i percorsi pedagogico-clinici sono aumentati, e già nel 2018 avevo un buon numero di bambini e adolescenti con cui lavorare.
La pandemia del 2020 mi ha costretta a chiudere il mio studio professionale, avevo la mia seconda figlia di soli 7 mesi e per molto tempo ho dovuto mettere in stand by la mia vita professionale. Da circa un anno e mezzo ho ripreso gradualmente a lavorare, al momento mi sto appoggiando in due studi dove affitto lo spazio di lavoro in diversi giorni e orari, e conto di riuscire a riprendere presto uno spazio lavorativo esclusivamente mio.
In questi anni di esperienza come Pedagogista Clinico® ho avuto tante soddisfazioni umane e professionali, ed ho sperimentato sempre più quanto preziosi e realmente efficaci siano i metodi, le tecniche e le conoscenze apprese durante il percorso di formazione.