Carla Forte

Per me la Pedagogia Clinicaè stata la frontiera che mi ha dato la possibilità di essere coinvolta in esperienze che diversamente non avrei mai conosciuto e da cui sono stata fortemente arricchita. Tra le tante faccio soprattutto riferimento alla testimonianza di una ninfomane, di cui fui relatrice nel congresso internazionale di Firenze nel 2006. Nel 2020 della stessa ho pubblicato, con l’Aletti editore, un toccante romanzo dal nome “Ladra d’amore”. Come essere una Pedagogista Clinica attenta ai disagi e alle difficoltà mi è stato insegnato proprio dai corsi frequentati anche dopo la formazione. Ciò che ho dato, nella mia esperienza di Pedagogista Clinico® è stato poca cosa rispetto al tanto che mi è stato donato proprio dai tanti che mi hanno coinvolto per avere un aiuto nella difficoltà. Ringrazio i miei formatori e soprattutto l’idea prima di volere un tipo di aiuto alla persona, tanto positivo e specialistico, come il professor Guido Pesci lo ha organizzato nel farlo nascere.