Blog

IL METODO SELF

dicembre 13, 2018
0 Comments

 

downloadIl metodo SELF si propone di aiutare i soggetti maldestri, impacciati, goffi, condizionati da insufficienze e soffocati da disagi a scoprire ogni capacità e a promuovere l’autonomia. Sono persone con difficoltà nell’autonomia e coscienza di sé che ottengono con il metodo SELF importanti risvegli  adatti allo sviluppo armonico dell’organizzazione ritmico-respiratorio-cinestetica, della percezione temporale e dei rispetti sequenziali, dei vissuti organizzativo-corporei, appercettivo-comunicazionali ed emozionali affettivi.

L’obiettivo del metodo è far raggiungere un sano equilibrio e un sereno adattamento, aiutare la persona così a vincere ogni sensazione di paura e di impotenza, generare in essa la necessità di nuove conquiste suffragate da desideri di sperimentazione e di esplorazione, far emergere forze reattive, fronteggiare e risolvere situazioni problematiche e prendere decisioni consapevoli.

Il metodo chiede al Pedagogista Clinico® di appellarsi a diverse occasioni stimolo, tra cui il dialogo tonico che, con modalità adattive al tempo metronomico e all’ISO (tempo interno del soggetto), accompagnati dal ritmo e dalla melodia, sono capaci di sviluppare esperienze emotive e consentire la facilitazione e lo sviluppo delle abilità allo scambio. Stimoli significativi vengono offerti con l’Art Communication©, una tecnica incentrata sul poli-dinamismo ed in grado di risvegliare nell’individuo ogni opportunità comunicativa traduttrice dei propri sentimenti, della propria emozionalità e l’apertura ai rapporti interindividuali.

Altre opportunità di risveglio e rinvigorimento  suggerite dal metodo SELF sono le attività di drammatizzazione e di Foto-Feed-Back©, del Non directive music-play© o della Danza-Movimento©, una danza spontanea che stimola l’emotività della persona, favorisce la scarica del conflitto, migliora la consapevolezza di sé e influenza favorevolmente l’immagine corporea.

Il Pedagogista Clinico, per propria formazione può aggiungere e integrare lo stesso metodo SELF, già così ricco di indicazioni operative, con il Sand-Bag© o la tecnica di St. John, modalità d’intervento che richiamano l’attenzione del soggetto su ogni settore corporeo, favoriscono l’abbattimento delle tensioni dandogli la possibilità di “parteciparsi” in maniera sempre più liberatoria e costruttiva.

L’impegno del metodo SELF vuole una formazione ricca di risorse tra cui la Recherche Illustrée© (o gioco dei rotocalchi) e il Cromo-Tonematic-Dance©, che sicuramente svolgono un ruolo importante nel fronteggiare le necessità smarrite, nonché diverse tecniche musicali, particolarmente adatte a far vibrare la gamma delle emozioni e dei sentimenti, a risvegliare dialoghi interni e favorire così la riorganizzazione dell’universo delle emozioni e degli affetti con le relative funzioni simboliche e immaginative.

Il metodo SELF si serve dunque di nuovi e differenti linguaggi per aiutare la persona ad abbattere gli atteggiamenti difensivi, rigidi o stereotipati e prepararla a cambiare le reazioni, le percezioni negative e il proprio stile di vita.

Marta Mani


Join our
mailing list

to stay up date

Please enter a valid e-mail