Laura Materazzo

Mi sono laureata in Scienze dell’Educazione nel 2004 ed ho iniziato a lavorare fin da subito come educatrice professionale e coordinatrice presso cooperative sociali, scuole dell’infanzia e centri di riabilitazione per minori. Iniziavo a percepire però che il mio interesse e passione era indirizzato maggiormente verso la pratica e l’aiuto alla persona, un aiuto concreto che l’università non insegna.

Verso una più definita formazione
Sono venuta a conoscenza della scuola di Pedagogia Clinica grazie a dei contatti personali; una formazione che mi avrebbe offerto l’opportunità di svolgere la libera professione e che mi avrebbe potuto fornire una vastità di conoscenze, strumenti pratici, metodi e tecniche in aiuto alla persona di ogni età. Mi sono subito iscritta e nel 2007 mi sono specializzata per svolgere la professione di Pedagogista Clinico®. È stata una formazione triennale molto ricca, completa, funzionale e importante sia dal punto di vista della crescita personale che professionale. Un percorso di studi che fornisce competenze molto vaste su ogni aspetto della persona, sui principi fondamentali nell’accoglienza e nell’aiuto che altri professionisti non hanno.

Orientata alla professione
Ho aperto successivamente il mio studio ad Orvieto, dove lavoro da circa 13 anni con notevoli soddisfazioni e risultati. Nel frattempo ho continuato ad aggiornarmi partecipando ai corsi promossi dall’ISFAR, fino a che mi è stato proposto dal prof. Guido Pesci di diventare docente nella Scuola di Pedagogia Clinica. Dal 2015, perciò, sono docente formatrice con incontri su “Analisi dell’espressività verbale e motoria”, “Analisi delle abilità e disponibilità ad apprendere”, “Linguaggio, strategie d’intervento”, “BonGeste, Prismograph®, MPI®”, “DiscoverProject® e Trust System®”. Insegnare, trasmettere la passione per la mia professione e avere l’opportunità di interagire e formare i futuri pedagogisti clinici è un’esperienza veramente stimolante ed entusiasmante. Ho potuto inoltre osservare e constatare direttamente le trasformazioni e la crescita dei corsisti sia dal punto di vista personale che professionale.
Da circa tre anni sono Direttore Regionale ANPEC dell’Umbria e specialista supervisore. Amo la mia professione, l’aiuto alla persona in ogni suo bisogno, al fine di superare disagi o difficoltà verso il raggiungimento di nuovi equilibri e benessere e condivido pienamente i principi della Pedagogia Clinica che sono diventati parte integrante di me come persona e come professionista.