Michela Paganucci

La mia esperienza come Pedagogista clinico® . Ho conosciuto la Pedagogia Clinica all’inizio del 2000 quando stavo completando il mio percorso universitario presso la facoltà di Lettere e Filosofia di Siena. Laureata in Filosofia con indirizzo antropologico, avevo avuto modo nel mio corso di studi di conseguire alcuni esami a carattere pedagogico. Il mio desiderio era di acquisire interventi mirati che favorissero ed incentivassero, in ogni età e fase della crescita, la possibilità di scoprire in sé stessi talenti e risorse talvolta inespresse, sopite o inibite. È quanto ho potuto poi apprendere e sperimentare durante il corso di formazione triennale presso ISFAR di Firenze, con l’insegnamento di docenti competenti in grado di permettere ai corsisti di comprendere il significato profondo di questa disciplina, di acquisirne gli strumenti e di metterne in pratica le basi e i fondamenti, aprendo uno studio professionale come Pedagogista clinico occupandomi di sostegno alla persona, aiuto compiti, acquisizione metodo di studio, preparazione esami o interrogazioni, consulenza genitoriale, consulenza al personale educativo, laboratori creativi ed emozionali, in particolare attraverso tecniche creativo espressive come il Disegno onirico, l’Interart e la Musicopedagogia con collaborazioni con scuole, centri diurni, aziende ospedaliere. In particolare, ho colto sin da subito l’approccio prettamente olistico della Pedagogia clinica, pertanto adatta a valorizzare e favorire l’emergere di risorse sopite o inibite, con la possibilità di acquisire durante i percorsi, consulenze ed interventi di natura educativa, maggiore consapevolezza e benessere psicofisico. Durante il tirocinio, avvenuto nel reparto di Pediatria dell’Ospedale Misericordia di Grosseto ciò è emerso nello specifico nel percorso di affiancamento e sostegno per i bambini ospedalizzati e le loro famiglie, laddove offrire momenti di gioco, relax e condivisione attraverso il disegno, la narrazione, il dialogo ha significato creare una dimensione di maggiore benessere ove attendere il decorso della malattia. Come Pedagogista clinico, dunque, essendomi successivamente formata anche come Operatrice del benessere olistico, offro servizi di carattere educativo mirati alla riscoperta e valorizzazione delle proprie risorse, come strumento utile per gestire la vita quotidiana, con maggiore consapevolezza e fiducia in sé stessi. Questa professione mi ha dato modo di conoscere e collaborare con ambienti educativi come la scuola, ma anche riabilitativi, come centri servizi per i disabili e centri diurni per anziani, nonché con diversi professionisti quali psicologi, avvocati, medici e di aprire la mia visione verso un orizzonte di integrazione tra competenze, per offrire un servizio mirato ed efficace.