Rita Pomes

Ho avuto l’opportunità di venire a conoscenza del Movimento dei Pedagogisti Clinici e della professione di Pedagogista Clinico® al termine del conseguimento della Laurea in Pedagogia c/o l’Università degli Studi di Bari Aldo Moro. Era l’anno 1997. La notizia e la sollecitazione mi giunsero in particolare da un professore universitario che mi stimava e con il quale, ho poi intrapreso un percorso di studio in Analisi transazionale e che ben conosceva, per esperienza personale, gli sviluppi e l’importanza di questa Scienza e di questa Professione. Il docente mi riferì che attraverso il conseguimento del Master in Pedagogia Clinica, avrei potuto acquisire conoscenze e metodologie pedagogiche cliniche , applicate al recupero di disagi.
Appresa la notizia mi misi in contatto con la segreteria dell’ ISFAR – ANPEC e con il prof. Guido Pesci.
L’opportunità, per me, nacque nel seguire il percorso formativo scelto c/o il Comune di Locorotondo ed il conseguimento del titolo nella città di Firenze.
Fu l’occasione per approfondire ogni aspetto che caratterizzava la professione di Pedagogista Clinico®. In particolare ricordo l’enfasi, l’entusiasmo con cui il Prof. Guido Pesci, teneva le lezioni. Il suo entusiasmo contagioso, divenne il mio. Iniziai , dunque il mio percorso formativo.
L’impegno fu tanto, gli incontri riuscirono ad offrirmi conoscenza ed esperienza tratta da esposizioni dirette su soggetti che venivano seguiti. Anche la conoscenza di nuovi colleghi è stata costruttiva ad acquisire l’importanza dell’impegno di squadra in una professione, dove le risorse umane sono alla base dell’empatia e del costrutto professionale. Per scelta, a tutt’oggi, non ho aperto uno studio, ma il mio costrutto professionale, mi ha permesso di mettere a frutto la mia professionalità nell’ambito dell’ippoterapia e successivamente nell’ambito psichiatrico (regolarmente assunta all’interno di una Casa Alloggio Spazi Nuovi sito in Bari). Dal 2005, sono di ruolo in qualità di docente c/o la Scuola Media e Funzione Strumentale nell’Area “Agio e Disagio” mantenendo l’impegno di docente Pedagogista Clinico®.