Roberto Toni

A dicembre del 2012 ho discusso la tesi per diventare Pedagogista Clinico®, sono giunto a tagliare questo importante traguardo dopo aver frequentato la Formazione post-laurea in Pedagogia Clinica, esperienza che ha segnato molto profondamente sia la mia vita personale che professionale.
Sono venuto a conoscenza dell’esistenza del corso in Pedagogia Clinica tramite degli annunci pubblicitari che illustravano bene quali sarebbero stati gli ambiti di studio che avrei potuto approfondire e le nuove possibilità professionali che mi si sarebbero aperte una volta terminato il percorso.
Nel 2008 avevo conseguito la Laurea magistrale in Scienze dell’Educazione, ma sentivo che la mia preparazione non era ancora sufficiente per affrontare efficacemente le problematiche che la mia professione mi metteva davanti. Quando ho saputo che c’era la possibilità di approfondire la mia formazione in modo così efficace ho deciso di cogliere l’occasione al volo.
Le competenze che mi sono state trasmesse sia in ambito teorico che pratico, non solo mi hanno permesso di aprire uno studio e di poter operare in qualità di Pedagogista Clinico®, ma hanno arricchito il mio bagaglio culturale e operativo in modo che io potessi spendere le nuove abilità acquisite in ogni ambito e settore sia della mia vita privata che lavorativa a 360 gradi.
La mia vita professionale è composta da più fattori, sono un Pedagogista Clinico®, un Istruttore di arti marziali, cintura nera terzo dan, un Educatore, un assistente alla comunicazione e un esperto in ambito di devianze giovanili, in quanto opero ormai da tempo nel settore dei minori che purtroppo hanno già, in età precoce, commesso atti delinquenziali.
Posso affermare che la capacità di leggere l’altro che mi è stata fornita dal Master in Pedagogia Clinica mi ha aiutato e tuttora mi sta aiutando moltissimo, a esprimere tutte le mie potenzialità in ogni ambito in cui svolgo il mio lavoro.
Da subito appena letto il dépliant che illustrava le caratteristiche peculiari del Master sono rimasto molto colpito dalla presenza di formazione e approfondimento delle tecniche dialogico corporee.
Essendo fin dalla dalla giovane età un praticante di arti marziali sono stato sempre profondamente convinto che attraverso il corpo si possono veicolare messaggi importanti, inoltre il corso mi avrebbe permesso di acquisire nozioni profonde rispetto allo studio della prossemica della cinesica e dei cinemi, tutto questo mi ha affascinato fin da subito, ho colto l’originalità assoluta della formazione proposta e la sua reale spendibilità in ogni ambito lavorativo e personale.
Ho quindi iniziato il percorso e recandomi con regolarità a Firenze, dove ho svolto la maggior parte delle lezioni nel fine settimana, e in estate in località dove venivano svolte le sezioni di formazione intensiva, portando alla fine del percorso, a termine un viaggio che avrebbe cambiato per sempre la mia vita.
Sono passati ormai 12 anni, ogni giorno che passa mi rendo conto di quanto sia stato significativo e importante per me affrontare questo cammino. È stato comunque un periodo di grande impegno anche perché lo standard richiesto dall’ente formatore era molto alto, e i docenti e la dirigenza esigevano giustamente una preparazione impeccabile prima di rilasciare la qualifica di Pedagogista Clinico®. Ma anche per questo l’apprendimento sia teorico che pratico, è stato molto significativo e mi ha dato la possibilità di applicare i principi e le tecniche della Pedagogia Clinica in ognuna delle numerose professionalità che ogni giorno devo esprimere in ambito lavorativo.
Per questo sono sempre più convinto della mia scelta e credo che ancora moltissime soddisfazioni possano arrivare.