Sabina Boschetti

Ho incontrato la Pedagogia Clinicaquando già ero insegnante di ruolo di scuola elementare (si chiamava ancora così). Avevo conseguito la Laurea Magistrale in Pedagogia presso l’Università Cattolica di Milano, ma sentivo la necessità di arricchire ulteriormente il mio bagaglio con ciò che in modo più concreto, ma nello stesso tempo fondato scientificamente, mi permettesse di accogliere i miei bambini a scuola con un’attenzione sempre maggiore e nella loro interezza.
Ho conosciuto la Formazione conversando con una collega con la quale frequentavo un corso di aggiornamento. Incuriosita, ho approfondito la conoscenza e mi sono sempre più convinta che era ciò che stavo cercando.
Ho frequentato con entusiasmo la formazione a Milano e a Montevarchi. Mi reputo fortunata perché ho sempre potuto sperimentare in classe ciò che studiavo.
Indubbiamente mi sono arricchita e ho avuto a disposizione gli strumenti e le basi pedagogiche per confrontarmi con docenti, Dirigenti, professionisti che via via ho incontrato. Al termine della Formazione ho voluto fermamente rimanere nella scuola convinta che fosse lì il mio posto, in aula di fronte a bambini che avrei aiutato ancor meglio dimostrando a colleghi e Dirigenti che approcci diversi erano possibili e che con il tempo avrebbero portato frutto. Ho incontrato i genitori e ho illustrato il percorso “alternativo” che intendevo seguire, motivandolo. Diversi si sono poi incuriositi e hanno deciso di fidarsi. Gli stessi colleghi che erano in compresenza con me, hanno sempre apprezzato il mio modo di rapportarmi e di crescere con i ragazzi giorno dopo giorno. La chiave del successo credo sia stata la disponibilità continua al confronto e la capacità di motivare con fondate basi teoriche il mio operato. Anche oggi, momento molto particolare per chi svolge l’attività di docente o educatore, mi appassiona la ricerca, lo studio, l’approfondimento, ma non nascondo che ciò che ho appreso nella Formazione iniziale e nei vari Corsi successivi, mi sta aiutando molto a discernere tra ciò che effettivamente vale la pena sperimentare e ciò che risponde ad altre logiche rispetto al mio credo pedagogico: sono al fianco di una Persona.