PNRR Progetto “PIU’ FORTI INSIEME”

Nell’ambito delle risorse derivate dal Piano Nazionale Ripresa e Resilienza (PNRR) – Azioni di prevenzione e contrasto della dispersione scolastico (DM 170/2022) è stato possibile attivare una collaborazione tra un gruppo di Pedagogiste Cliniche ANPEC e l’IISS M.K. GANDHI (Istituto Secondario di Secondo Grado) di Besana in Brianza (MI) per l’attuazione del Progetto “PIU’ FORTI INSIEME”, avente come destinatari gli studenti delle classi dalla prima alla quinta dell’Istituto stesso.
Il Progetto Pedagogico Clinico ANPEC è stato strutturato su due binari complementari:
“A TU PER TU” – Percorso individuale di mentoring e  “PER UN APPRENDIMENTO ATTIVO” – Percorso in piccolo gruppo, composto da un numero variabile tra 6 e 12 studenti.
La metodologia utilizzata è quella propria della Pedagogia Clinica : la persona viene coinvolta nella sua globalità partendo dalle sue risorse individuali, per riscoprire sensazioni piacevoli rispetto al proprio sé attraverso il movimento, i suoni, la musica, le arti grafo-pittoriche. Sono proposte educative, non “addestrative”, che pongono l’attenzione sulla persona e sulla risonanza emotiva di ogni intervento.
In particolare, per raggiungere gli obiettivi previsti si è data una particolare cura alla percezione del Sé corporeo, attraverso tecniche basate su un’educazione adatta a soddisfare le diverse funzioni e capace di influenzare ogni necessità di equilibrarsi, di organizzarsi e di rappresentarsi. Si tratta di vissuti ricchi di significati, capaci di liberare l’allievo da ogni impaccio, da ogni freno e perfezionarne l’autonomia.
Inoltre, poiché è frequente che gli studenti vivano ridotte abilità e disponibilità all’attenzione e alla mnesi, vengono accompagnati attraverso esperienze orientate allo sviluppo delle facoltà mnestiche per renderle evolute, dare vigore e appagare le esigenze di vita della persona con tecniche atte a sviluppare i canali informatori dell’attenzione, la concentrazione e la curiosità.
Pedagogiste Cliniche operanti: Anna Colombo, Emanuela Dagradi, Elisa Trezzi, Nadia Vallesi, Supervisore del progetto Maria Raugna.